Tutori Push - Argomenti riguardanti le lesioni
PUSH
FOR FREEDOM

Il vantaggio di una cavigliera

Ogni anno, molti atleti subiscono delle lesioni. Le lesioni alla caviglia si verificano di frequente. Gli atleti che svolgono sport al chiuso sono esposti a un rischio maggiore. Inciampare, spingere scorrettamente o ruotare eccessivamente la caviglia può spesso provocare danni ai legamenti. L'impiego di una cavigliera può risultare estremamente utile per la prevenzione di tali lesioni.

Movimenti esplosivi e improvvisi, nei quali il piede è perpendicolare alla direzione del movimento, possono provocare rapidamente lesioni ai legamenti. Se il piede si inclina eccessivamente verso l'interno o l'esterno, il rischio di rottura dei legamenti della caviglia è maggiore. Tali rischi sono ancora maggiori se le condizioni fisiche non sono eccellenti, in assenza di riscaldamento e se non si indossano calzature adatte. A seconda della gravità, i legamenti della caviglia (soprattutto i legamenti esterni, relativamente deboli) si tendono eccessivamente o si rompono. I sintomi sono rappresentati da dolore e gonfiore intorno alla caviglia, seguiti da scolorimento blu-violaceo.

> Esercizi


Sfortunatamente, a seguito di una lesione spesso persiste una (lieve) instabilità della caviglia, come pure una probabilità relativamente elevata di recidiva. La caviglia può essere rafforzata con appositi esercizi di rafforzamento, mobilizzazione e coordinazione dei muscoli. Consultare il sito www.veiligheid.nl. Su questo sito troverete numerosi esercizi messi a punto dall'Istituto per la sicurezza dei consumatori e destinati ad applicazioni su cellulari.

> Bendaggio o tutore


Altri metodi per prevenire le recidive sono il bendaggio e l'uso di tutori, applicati prima dell'esercizio fisico al fine di migliorare la stabilità dell'articolazione della caviglia. Bendaggi e/o tutori contribuiscono ad accelerare la guarigione e a ridurre il rischio di nuove lesioni. Aiutano inoltre a evitare movimenti indesiderati e permettono movimenti normali laddove possibile. Il bendaggio presenta il vantaggio di essere adattabile alle circostanze specifiche. Richiede inoltre uno spazio minimo, per esempio all'interno della calzatura. Gli svantaggi sono: reazioni allergiche della cute, necessità di ricorrere a un professionista (in genere non è possibile applicare il bendaggio da soli) e la perdita relativamente rapida di stabilità.

Un tutore è facile da adattare, può essere indossato di frequente (è lavabile), può essere stretto facilmente e non provoca reazioni cutanee. Esiste un preconcetto errato secondo il quale il tutore irrigidirebbe l'articolazione e indebolirebbe i muscoli. Il tutore si limita a prevenire movimenti che esulino dall'ordinario. Secondo la linea guida "Distorsione acuta della caviglia" a cura dell'associazione olandese dei medici di base (NHG - Distorsione standard della caviglia (Goudswaard AN, Thomas S., Van den Bosch WJHM, Van Weert HCPM, Geijer RMM. GP Act 2000; 43(1)), è addirittura consigliabile indossare una cavigliera dopo una lesione primaria: "Dopo il bendaggio, dedicarsi a sport che presentano un alto rischio di lesioni da inversione (come il calcio, la pallacanestro e l'hockey) solo indossando una cavigliera al fine di prevenire l'occorrenza di una seconda lesione."